giovedì 21 ottobre 2010

Io contro Autocontrollo = 1 - 0


Capitò un giorno, tanti anni or sono, parlando con una delle mie migliori amiche in uno dei nostri soliti discorsi rompicapo, che per magia lei usasse la parola: "Autocontrollo".
What's? Autocontrollo? Cos'è?
Fu per me una specie di rivelazione; migliaia di volte avevo cercato di definire quel qualcosa che in me trovavo stonato (Uno di quei qualcosa...), senza riuscire a capire bene cosa fosse, quando succedesse, come si smorzasse, vedi un pò che si trattava dell'Autocontrollo!
Ebbeni sì!
E da allora è iniziato un percorso, volto a individuare le forme dell'autocontrollo, le situazioni, innumerevoli peraltro, nelle quali perdevo totalmente il controllo, il perchè di questo mio cedimento, punto suul quale ho perso più tempo!! ;-),
il modo di risolvere questo "problematico" problema.

Mamma mia, Stèèèèèèèèèèèèèèèè, quanti anni son passati????

Però devo dire che anche questa prova è stata in gran parte Superata.
Dico in gran parte perchè capita ancora qualche volta, ma adesso quando e se succede dipende proprio da me, dal mio stato d'animo del momento o da una mia debolezza. Mentre prima ogni qualvolta succedeva era una risposta ad una situazione di soggezione, di totale balìa al giudizio altrui.
Ora vedo me in prima persona sempre e comunque.
Mi guida il Mio giudizio, la Mia voglia, il Mio istinto, la Mia prospettiva.
Se a me va bene si fa, altrimenti è NO, senza spiegazioni inopportune.
Se la penso cosi è bene altrimenti agisco di conseguenza. Senza palpitazioni.
Se sono in preda ad un irrefrenabile impulso di mandarti a quel paese, cantartene quattro o dirti come stanno le cose e non lo faccio, non vuol dire che sono codarda, non vuol dire che sono vigliacca o debole, ma anzi, che sono Forte , molto Forte.
E' stato un percorso devo e oserei dire "estremo" che come in altri paralleli percorsi mi ha reso anche un pò cinica, ma ora stiamo rimediando.
E' stato inoltre uno studio mio personale durante il quale ho scoperto di essere quella persona che in fondo sono sempre stata e che per cause esterne a me ho dovuto nascondere,piuttosto che modellare,piuttosto che proteggere. Ma forte io lo sono stata sempre e ho dovuto esserlo in molti momenti della mia vita, dei quali non ho mai parlato con Nessuno, le sensazioni dei quali non ho mai rigettato per liberarmene ma che ho sempre elaborato dentro di me sola e senza giustificazioni.
E vai, è un'altra vittoria, un altro trofeo ma Mio e solo mio e non lo sbatto in faccia a nessuno nemmeno ai tanti che credono che la mia serenità sia frutto di una vita in panciolle, di una vivida immaginazione o di una patetica arrendevolezza.
Io la mia serenità l'ho "acquistata", pagandola molto ma molto caro.
Oggi però non ha prezzo.

La giornata volge al termine, fa freddo e non son riuscita a fare tutto ciò avrei voluto ma sicuramente ho fatto il meglio che potevo, E questo è quanto.
Che il mio ringraziamento giunga a te, oh Luce, con l'augurio che il tuo bagliore mai mi abbandoni. E così sia.

Nessun commento: