sabato 6 novembre 2010

Tu non puoi passare!


Il "credere in se stessi " di colui che ha avuto un barlume di reminescenza di ciò che è stato e da dove è venuto non è, come dice Don Juan, il credere in se stessi dell'uomo comune, uomo che ignora, l'uomo che "non vede".

Perchè quest'ultimo , solitamente, quando si rende conto che la propria personaltà, il proprio essere o atteggiamento, non produce stupore negli altri, non produce ammirazione o gratitudine cessa di avere fiducia in se,perchè ha bisogno dell'approvazione altrui per Essere.

L'uomo che vede, l'illuminato o l'illuminando, l'uomo che si accorge di avere una coscienza e decide di seguirla non chiede approvazione perchè non ha bisogno di essere "qualcuno" si accontenta (per modo di dire...ovviamente) di ESSERE!


E quando questa consapevolezza emerge sono notevoli gli atteggiamenti che ne derivano.

Non avendo bisogno e necessità di dimostrare qualcosa o di essere qualcuno saranno meno i moti di rabbia verso determinati atteggiamenti scostanti che possono essere assunti verso di noi, verrà meno la voglia di agire di impulso, verrà meno il malessere derivato dalle influenze esterne.

Ovviamento questo è un risultato che può essere raggiunto velocemente cosi come può essere necessario "imparare" a dominarsi, piano, piano, volta per volta. Però è sicuro che è fattibile, nei limiti in cui si vuole come tutte le cose.

E cosa di non ultima importanza bisogna crederci che sia cosi altrimenti non lo sarà.

Noi siamo ciò che pensiamo e non sempre pensiamo ciò che vogliamo, anzi pensiamo sempre e spesso a ciò che NON vogliamo.

Cambiamo prospettiva e poi vediamo cosa ne svien fuori....ma se lo facciamo dobbiamo crederci nel mentre che tutto ciò sia possibile altrimenti non iniziate nemmeno: fallimento assicurato.

L'Isola del Tonal mi aspetta......che il mio viaggio sia fruttuoso e ricco.

E Così Sia!

Ciao a tutti e buon week-end.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

ne abbiamo parlato tanto..per chi come me è all'inizio di questo viaggio,non è sempre facile la comprensione di tutto cio che succede...ma con un po di pazienza,di costanza e amore per se stessi...ci si può riuscire!e sopratutto...per chi come me,ha la fortuna di avere una persona come te al proprio fianco,con la tua voglia di condividere,la tua pazienza,il viaggio è meno difficile..GRAZIE,perche con te al mio fianco...tutto è migliore!
un bacio,e un abbraccio!
dolcissima notte...Gio

Emanuela ha detto...

Ciao piccola guerriera mia e grazie perchè le tue parole sono sempre così gentili nei miei confronti.
Voglio dirti una cosa: non credere che se non capisci ciò che scrivo perchè ovviamente non lo hai sperimentato vuol dire che sei molto indietro con il cammino o che molto ci vorrà per intraprenderlo. Questo è il mio....le mie parole potranno servirti quando magari scoprirai qualcosa e dirai...Ah, ecco cosa intendeva Manu.....ma il tuo cammino è diverso dal mio e non è detto che tu dovrai sperimentare tutto ciò che ho fatto io.
tu sei unica cosi come la tua strada...ricordatelo sempre e poi alla tua età è già meraviglioso chu tu solo lo intraveda figurati se provi anche ad intraprenderlo!!! Un bacio