sabato 31 luglio 2010


"Il mondo è il tuo quaderno degli esercizi, le pagine sulle quali esegui le somme. Non è realtà, sebbene tu possa esprimere la realtà in esso qualora lo desideri.


Sei inoltre libero di scrivere assurdità o menzogne, o di strappare le pagine."




Ma quanto è difficile comprendere questo concetto?


E' decisamente più semplice di quanto possa sembrare ad una prima lettura e sarebbe altrettanto semplice attuarlo se solo non fossimo indottrinati, vincolati e limitati nell'Essere.


I Bambini questo ce lo insegnano ogni giorno; osservandoli avremo di che imparare ma per noi sono solo bambini, spensierati, liberi dal peso della quotidianità che ci stringe in una morsa dalla quale non tententiamo nemmeno di liberarci.


Noi seguiamo tutto fuorchè noi stessi, siamo pronti a fare sacrifici per piegarci al volere delle masse e delle mode ma nessun sacrificio per ascoltare la voce che urla dentro di noi.
Ma come si fa dico io a vivere in questo grande teatro senza minimamente rendersi conto che ci fanno recitare una parte senza peraltro farci scegliere quale!
Come si fa a correre dietro tutti alla stessa strada, allo stesso obiettivo, allo stesso traguardo, senza chiedersi cosa realmente vogliamo?
Uniformarsi, in silenzio, standardizzarsi perchè solo cosi si è riconosciuti come qualcuno che vale, che conta.
Allora che cali pure il sipario signori.... Io valgo e anche molto, per quella che sono, per quello che voglio essere, IO, non Voi.








2 commenti:

Anonimo ha detto...

chissa come mai...ho una strana sensazione nel leggere questo post!!!
grande msg...e grande verità...
TU VALI,E ANCHE MOLTO...
GRAZIE AMICHETTA MIA,TVB

Emanuela ha detto...

E tu ricordatelo sempre.....sempre...ti servirà in futuro!!! ;-) Tvb anch'io.