venerdì 16 luglio 2010

Un amico è cosi...

Dopo la Maturità Classica decisi che avrei frequentato Giurisprudenza all'Università. A dire il vero non l'ho mai deciso cosi come non ho mai fatto una scelta verso il Liceo. E' stato e basta.
A parte tutto però poi la laurea non è mai arrivata.
I motivi sono diversi ma IN FONDO IN FONDO non era quello che volevo, ora lo so. So che il mancato risultato non è frutto della mia incostanza,superficialità,irresponsabilità della quale mi sono accusata per molto tempo. E lo so perchè analizzandomi con il senno di poi ho visto che laddove l'ho voluto sono stata il contrario di ciò ,come dicevo in un precedente post.
Oggi dico che il corso di studi comunque avrei dovuto finirlo. Per la gioia dei miei genitori, perchè mancava veramente poco, perchè tutto mi è costato tanto in quegli anni e perchè no, anche per una soddisfazione personale! Avrei sempre potuto scegliere di non seguire quella strada poi.
Ma quegli anni...quegli anni lontano da casa....
quegli anni sono stati i più difficili, i più ricchi, i più proficui, i più tormentati, i più belli della mia vita!
Mai e dico Mai, potrei, pensando ad allora, dire di aver sprecato il mio tempo.
Prima di tutto perchè è allora che ho gettato le basi per la costruzione della mia autostima,pur sulle ceneri di un altro progetto. (La laurea appunto).
E poi gli incontri.....gli incontri di una vita, quelli che sono per sempre,quelli senza i quali non avrei potuto dire di conoscere l'essenza vera e profonda dell'Amicizia.
L'Amico...
L'amico è quello che ti da qualcosa senza che tu glielo chieda!
Non è un regalo ma una necessità.
L'amico è quello a cui basta guardarti,non ha bisogno di parole.
I silenzi non pesano nè sono imbarazzanti.
L'amico non è quello che sa tutto di te, è quello a cui puoi dirlo se ne hai bisogno.
Non pretende di sapere, condivide.
L'amico vede in te quello che tu scoprirai attraverso i suoi occhi.
Ed è esattamente ciò che è successo a me.
Attraverso gli occhi di Stefania e Valentina mi sono vista, riflessa in uno specchio carico di umile verità , scoprendomi, faccia a faccia con la mia grandezza e con la mia mediocrità. Costretta a tu per tu con il mio Io, mi hanno insegnato ad amarmi Amandomi Immensamente, di un amore puro, di un amore che non giudica ma comprende, che traballa ma non muore, di un amore di cui non si può fare a meno perchè esiste la consapevolezza che è spirito per innalzarsi.
Ed è una ricchezza inestimabile
Anche perchè, ( ma forse capita solo a me ), crescendo non si ha la stessa voglia di ricominciare a costruire un rapporto. C'è un tempo in cui si ha voglia di darsi, di donare, di ricevere,rincorrersi...e sono assolutamente i vent'anni con le loro turbolenze emotive.
Poi la raccolta...quello che c'è resta.
A meno che...non sia lei (l'amicizia) a trovare me,
non sia lei a penetrarmi l'anima per cercare di scovarmi
o
lo faccia addirittura senza chiedermi il permesso.
E allora vabbè...sono doppiamente fortunata, perchè ho trovato anche ...sia l'uno che l'altra.
Allora non posso che ringraziare per avere una fortuna che non tutti possono dire di avere, a meno di riempirsi la bocca con paroloni di cui non si conosce il senso e la vita di realtà fragili e trasparenti.
Ma è una fortuna che va aiutata: con l'aridità di cuore non si può pretendere nessuna fortuna.
E quindi a Tutte dico che loro hanno trovato Me e che avendomi dato parte di loro possono vivere di rendita nel nostro rapporto ....durerà per sempre a prescindere dal "Come" .
Chi mi ha donato qualcosa lo avrò e mi avrà per tutta la vita,dentro!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Abbiamo parlato tante volte,di tante cose...
ma leggere,queste tue emozioni,e sentirne la passione con cui le vivi e le racconti..
..è meraviglioso...
quello che voglio augurrti,tesoro mio,è che questo entusiasmo non ti abbandoni mai..
che tu possa essere sempre..UN FIUME IN PIENA!
tvb

Emanuela ha detto...

Grazie piccola, te l'ho già detto vero? Sei la seconda persona in tutta la mia vita che mi dice che sono "un fiume in piena" e per me è un complimento unico!!!! Tvb