mercoledì 13 ottobre 2010

Lei...che è parte di Noi!


E' sempre dura confrontarsi con Lei.

E' veramente Alta, Grande, Inafferrabile, Inaccettabile forse, ma non Inspiegabile.

Porta dolore, tanta tristezza, interrogativi, paure, ma mai, mai che riesca a perforarci la coltre di nebbia che offusca il nostro vivere ottuso e chiuso.

Egoismo pure, si, egoismo puro è quello che ci contraddistingue.

Non vogliamo, capire.

Non vogliamo, sentire.

Non vogliamo, vedere.

Perchè?

Perchè capire vuole dire sforzarsi, sentire vuol dire ascoltare, vedere vuol dire cambiare. E per cambiare ci vuole impegno, carattere, decisione, scelta, coraggio,volontà.

Troppe cose.

Allora meglio continuare cosi, ad onorare le idee stantie diventate tradizioni,diventati abusi, diventati ridicoli retaggi culturali ma che stanno facendo in modo che il genere umano non progredisca da 2000 anni or sono, ma anzi rinneghi il magico che in lui esiste e chè è stato ampiamente sfruttato e posto in essere dalle popolazioni più arcaiche mai esistite, mentre l'uomo, che del "magico onnipotente" ha avuto le dimostrazioni più geniali, più paradossali, più eclattanti, lo vede solo dove, come e se fa comodo.

TUTTO ha un SENSO...

Chi questo non lo percepisce non si biasima, nè si condanna, nè si giudica: NON SA!

Ma chi Sà....chi percepisce...no...quello è in errore. Quello Persiste. Quello Persevera.

TUTTO ha un SENSO E SE LO SAI non puoi pensare che finisca di sussistere quando abbiamo una battuta d'arresto, di qualunque genere o entità sia.

Il Senso non cessa di esistere perchè diventa nemico della nostra rabbia o perchè noi non ne percepiamo la sostanza. C'è è basta.

Ed è lì per noi tra l'altro, non contro di noi.

E quando più che mai dovremo sfruttarlo,noi fuggiamo,

quando più che mai dovremo aggraparcisi noi lo rifiutiamo, lo rinneghiamo e

non diventerà mai nostro abbastanza da appriopriarcene.

In questo momento sono triste.

Una tristezza che deriva dalla perdita di memoria che ci ha invaso,

una tristezza per la cecità che ci ostiniamo a rivendicare e difendere,

una tristezza per la bellezza della VITA INTERA, morte compresa, che non vogliamo vedere.

Le parole non bastano a rendere un'idea, una sensazione di cuore, uno sfarfallio nell'anima..

a volte la musica può aiutare.

Che la bellezza della Vita nella sua interezza pervada ogni angolo del vostro IO....

e Così Sia.






4 commenti:

Anonimo ha detto...

sei grande...!un bacio Gio

Emanuela ha detto...

Ti voglio bene ;-)

gianluigi ha detto...

sento in ogni tua parola, in ogni tuo pensiero, una totale comunione.....sei barava a scrivere e a plasmare idee che per molti di noi, pur esistendo, rimangono immobili nell'animo, come se non ci fossero parole adeguate per esprimere il tutto....Tu ne sei capace e questo, ha un valore inestimabile.

un abbraccio

Emanuela ha detto...

Grazie Gianluigi...questo per me è un grosso complimento. Me lo hanno sempre detto e me lo dicono anche adesso, e specialmente adesso, nonostante non ne sia ancora molto convinta, inizio a pensarci e soprattutto a sentirne una certa responsabilità. E ti dico un segreto....il mio post "Carpe diem" è proprio dedicato A QUEST'ARGOMENTO! Un saluto. E grazie ancora.