martedì 25 gennaio 2011

Sempre di più


Niente è definibito.

Tutto si può cambiare.

Aoprattutto il modo di vedere certe cose, il modo di vivere certi rapporti.

Tutti i giorni si possono trovar imput per capire come meglio gestire la propria vita, i propri rapporti, i propri malesseri,le proprie difficoltà.

Bisogna guardare dentro se stessi ma soprattutto Oltre, in una visuale talmente ampia da comprendere ANCHE noi stessi, da renderci suscettibili di essere letti in ogni sfumatura e cogliere ciò che di sbagliato c'è.

Vi siete mai chiesti come mai una persona o una situazione vi crea del fastidio?

Cos'è il Fastidio?

Come e perchè si scatena?

perchè mai l'atteggiamento di una persona dovrebbe darci fastidio? Al massimo potremmo non condividerlo ma perchè ci innervosisce?

Sono molte le sensazioni o gli stati d'animo che potrebbe scatenarci...Si potrebbe sorridere o provare pietà, ci si potrebbe arrabbiare o restare indifferenti, invece ci infastidisce.

C'è un motivo e anche una spiegazione che non sarà facile da capire e soprattutto da accettare specialmente per i caratteri poco umili ed orgogliosi.

Ci infastidisce per due motivi, correlati o meno: leggiamo in quell'atteggiamento qualcosa che ci riguarda, nel bene o nel male. Qualcosa di noi o qualcosa che manca a noi.

Dal fastidio scaturisce un giudizio e il giudizio è la forma viziosa e viziata della lettura della nostra vita.

provare per credere.

Analizzate i vostri fastidi ma non iniziate nemmeno se non siete disposti a mettervi in gioco e a scoprire qualcosa che non vi piace o magari anche qualcosa che di voi non conoscevate.

Potrebbe essere anche un buon punto di partenza per raggiungere nuovi traguardi emigliorarvi.

Unico mio quotidiano obiettivo.

Comunque, per intenderci, io sposo questa teoria a pieno, ma ovviamente è una teoria, non mia ma di grandi illuminati, che come tutte le altre può non essere condivisa.

Buona giornata a tutti.

E Così Sia.


Nessun commento: