venerdì 20 aprile 2012

Ai cuori non piace soffrire.

Ieri sera ho terminato il Libro di James Redfield "Il segreto di Shambhala".
Che spettacolo ragazzi!
Questo libro sceglie di essere letto,decide di provare a darmi qualche imput...
e mi lascia senza fiato.
Tocca uno per uno i miei tasti dolenti...uno alla volta mi presenta miei torturatori....
me ne fa conoscere il nome, il comportamento,la tattica...
mi da la forza energica per poter reagire e gli strumenti per poter combattere.
Se realmente questo è  ciò che dico di volere.
Il segreto di Shambhala...parla di Estensioni...estensioni dell'energia.
E' l'Undicesima Illuminazione...E' la realizzazione della vera Fede..
ed è al tempo stesso la base della sua pratica concretizzazione.
Mentre leggevo le ultime pagine con enfasi, emozione....stupore..
mille immagini si affacciavano nella mia mente e si intrecciavano risposte
e soluzioni di mille interrogativi a cui cerco risposta.
E mentre cerco di tenere tutto sotto controllo, di capire tutto,
di avere piccoli segnali su tutti i fronti ecco che  mi viene in mente "L'Alchimista",
il libro di Paulo Coelho....la mia guida, la mia aspirazione....
mi viene in mente perchè sto cercando qualcosa...
(è una sincronicità Yin giusto??? )
qualcosa , penso all'inizio, che mi ricorda i concetti che sto leggendo
ma che invece è un altro mantra...
è un altro piccolo pezzo del mio cammino...che emozione ...
ma soprattutto come si fa a spiegarla senza rischiare di essere presi per pazzi...
anche se...chi se ne frega!!
Vi regalo questa piccola mia gioia...
questa mia piccola perla che a distanza di anni, dopo averla letta e riletta,
ha ancora qualcosa da insegnarmi:


" (..) perché allora devo ascoltare il mio cuore? chiese il ragazzo all'Alchimista.
- Perché non riuscirai a farlo stare zitto. E per quanto tu finga di non ascoltare ciò che dice,
  sarà sempre nel tuo petto e continuerà a ripetere quello che pensa della vita e del mondo.
- Anche se è traditore?
"Il tradimento è il colpo che non ti aspetti. E se tu saprai conoscere bene il tuo cuore esso non te lo darà mai. perchè conoscerai i tuoi sogni e i tuoi desideri e saprai fronteggiarli.nessuno riesce a sfuggire al proprio cuore. Quindi è meglio ascoltare ciò che dice. Perchè non si abbatta mai quel colpo che non ti aspetti.


Allora il ragazzo cominciò ad ascoltare il proprio cuore e un pomeriggio il cuore gli disse che lui era felice.
"Anche se a volte mi lamento,diceva il suo cuore, lo faccio perché sono il cuore di un uomo e
 il cuore degli uomini sono così: hanno paura di realizzare i sogni più grandi, perché pensano di non meritarlo o di non riuscire a raggiungerli. Noi, i cuori, siamo terrorizzati al solo pensiero di amori che sono finiti per sempre, di momenti che avrebbero potuto essere belli  non lo sono stati, di tesori che avrebbero  potuto essere scoperti e sono rimasti per sempre nascosti nella sabbia.
Perchè quando ciò che accade noi ne soffriamo intensamente."
"Il mio cuore ha paura di soffrire" disse il ragazzo all'Alchimista.
"Digli che la paura di soffrire" rispose l'Alchimista " è assai  peggiore della stessa sofferenza. E che nessun cuore ha mai provato sofferenza quando ha inseguito i propri sogni, perché ogni momento di ricerca è un momento di incontro con Dio e con L'Eternità.
Il cuore del ragazzo si chetò per tutta la sera e poi riprese:
"Per ogni uomo sulla faccia della terra c'è un tesoro che lo aspetta. Noi cuori solitamente parliamo poco di questi tesori perché gli uomini ormai non vogliono più trovarli. Ne parliamo solamente ai bambini.
Poi lasciamo che la vita  indirizzi ciascuno verso il proprio destino,ma purtroppo solo pochi seguono il cammino tracciato per loro, il cammino della loro Leggenda Personale e della felicità. Ritengono che il mondo sia qualcosa di minaccioso ed è per questo che il mondo diviene qualcosa di minaccioso.
Allora noi cuori parliamo a ciascuno sempre più sottovoce ma non taciamo mai. E ci auguriamo che le nostre parole non siano udite: non vogliamo che gli uomini soffrano perché non hanno seguito il proprio cuore.


"Perché mai i cuori non suggeriscono agli uomini di continuare a seguire i propri sogni?"
 domandò allora il ragazzo all'Alchimista.
"Perchè in tal caso è il cuore a soffrire di più. E ai cuori non piace affatto soffrire."


Non so....non so se farà a voi lo stesso effetto che ha fatto
a me leggere queste righe ieri sera...
non so se vi regalerà le stesse sensazioni e vi farà provare le mie emozioni..
credo di no....so che non sarà cosi...
ma ho comunque  voluto provarci.
Buona Giornata.
E Così Sia!




Nessun commento: